Guerra al Terzo settore, a chi giova?

0 Comments

Votata in Senato una proposta di legge che assottiglia le risorse destinate alle associazioni

“Desta forte perplessità la notizia appresa relativa alla destinazione del 5 per mille, uno strumento che consente ai cittadini, in sede di dichiarazione dei redditi, di stabilire a chi destinare tale cifra che discutibili decisioni politiche potrebbero ridurre, provocando grave nocumento alle associazioni di volontariato e del Terzo settore”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Maritato che spiega:

“In queste settimane è in discussione alla Camera una proposta di legge già approvata al Senato, che rischia di snaturare le finalità originarie del 5 per mille. Si vorrebbe consentire di dirottare parte delle risorse di questo fondo per finanziare l’assistenza per il personale delle forze di Polizia e delle Forze armate, che già gode di fondi derivanti dalla fiscalità generale e dal loro sistema previdenziale. Ferma restando la stima, la gratitudine, la fiducia che riponiamo per polizia, carabinieri, militari e per tutti coloro che lavorano in uniforme – spiega il presidente – non reputiamo opportuno tirare da tutti i lati una coperta troppo corta. Non è così che si risolvono i problemi previdenziali di un importante comparto, andando ad assottigliare le già scarse dotazioni per il Terzo settore, che svolge un’azione sussidiaria dello Stato e determinante per la società. AssoTutela non mancherà di rappresentare il proprio parere agli organi competenti, affinché l’iter di tale sciagurata proposta di legge possa essere interrotto e siano avviati momenti di riflessione sul tema. Non possiamo che sostenere il lavoro delle Forze di Polizia e delle Forze armate, essenziale per la sicurezza di tutti i cittadini. Proprio per questo chiediamo per tale comparto una fonte di risorse più consistente e stabile e, soprattutto, che non vada a depauperare un settore già fortemente penalizzato. Togliere il minimo sostentamento al Terzo Settore è un’operazione rischiosa e penalizzante, per quella che è una risorsa essenziale che si muove a beneficio della collettività”, chiosa Maritato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.